L’Associazione Banco Alimentare Roma ODV riceve il Premio al Volontariato 2020 – Costruttori del bene comune

Roma, 13 novembre 2021.

L’Associazione Banco Alimentare Roma ODV ha ricevuto il Premio al Volontariato 2020 da parte del Senato nella persona del dott. Antonio Daood, Presidente, e alla presenza di una delegazione di soci fondatori e volontari dell’associazione, tra cui l’ex presidente Serenella Alliney.

La presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati ha premiato in Aula le associazioni eccellenze del No profit. Tra queste, il Banco Alimentare Roma ODV, che è stata insignita del Premio al Volontariato – Costruttori del bene comune per l’edizione 2020.

Questa la motivazione del premio: “Perché da oltre trent’anni è un punto di riferimento nella lotta contro lo spreco del cibo e nel recupero delle derrate alimentari per destinarle a chi più ne ha bisogno. Per l’importante azione svolta durante la pandemia, che ha permesso di rispondere alle nuove povertà generate dalla crisi con interventi improntati a principi di inclusione e sostenibilità ambientale.”

Il Presidente dell’Associazione Antonio Daood ha dichiarato:

“È sempre più importante far sì che nessuno venga lasciato indietro, soprattutto quando si verificano momenti di crisi importanti come quello che abbiamo vissuto e stiamo ancora vivendo. E questo si può fare sfruttando delle sinergie, creando dei sistemi virtuosi per recuperare le eccedenze alimentari nell’ottica della sostenibilità sociale e ambientale. Io spero che ci siano sempre più persone, soprattutto nelle nuove generazioni, che si avvicinano a questo mondo. Sono qui per rappresentare uno sforzo fatto da oltre trent’anni, da prima che nascessi, e per testimoniare dei valori che ci pervengono dalle generazioni passate e che noi giovani possiamo raccogliere e portare avanti in maniera innovativa”.

Il Banco Alimentare Roma ODV è stata una delle prime realtà in grado di recuperare e distribuire le eccedenze alimentari in Italia. È nata nel 1990 per raccogliere dall’Industria e dalla Grande Distribuzione quei prodotti alimentari non più commerciabili (per scadenza ravvicinata, confezioni danneggiate, eccedenze di magazzino etc.), ma ancora commestibili, e provvedere gratuitamente a distribuirli a organizzazioni che si occupano di persone bisognose. Oggi l’attività del Banco Alimentare è aperta al digitale e alle potenzialità offerte dalla tecnologia. Sono infatti partiti due progetti importanti, uno per la Grande Distribuzione – ecibo – e l’altro per i piccoli esercenti – Stasera offro io -, per rendere più semplice il recupero di eccedenze alimentari.

ecibo è una piattaforma semplice, intuitiva e completamente automatizzata, ideata per evitare, attraverso un processo di donazione snello, che le eccedenze alimentari si trasformino in sprechi.  Gli Operatori del settore alimentare (in particolare i punti vendita della Grande Distribuzione Organizzata) segnalano in modo istantaneo le proprie eccedenze; contestualmente gli Enti Caritativi che si occupano di riutilizzare gli alimenti possono prenotare e reperire il cibo per utilizzarlo nella loro attività quotidiana.

Stasera offro io è una web-app consultabile anche da smartphone che facilita l’incontro tra domanda ed offerta di eccedenze alimentari a diretto beneficio delle persone bisognose.  Il progetto coinvolge diversi attori: i Donatori, ovvero gli operatori della piccola distribuzione alimentare, del servizio della ristorazione privata e della vendita di prodotti freschi e confezionati; gli Enti Caritativi che si occupano della distribuzione e somministrazione di alimenti agli indigenti; gli Invitati, ovvero tutti coloro che, avendo diritto a ricevere un’assistenza di tipo alimentare, si attivano per il recupero in loco delle eccedenze di cui diventano di fatto i beneficiari.

Per informazioni

ufficio@bancoalimentareroma.it

www.bancoalimentareroma.it